Procedura telematica per iscrizione al Registro delle organizzazioni di volontariato

La legge n. 11 del 16/03/1994 della Regione Puglia all’art. 2 precisa che l’iscrizione al Registro delle organizzazioni di volontariato può avvenire dopo un anno dalla costituzione dell’associazione di volontariato, purché si tratti di organizzazione già operativa.
La domanda di iscrizione deve essere esclusivamente in modalità on line, tramite il link http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/Registri (occorre cliccare sul menu di sinistra alla voce "Procedure telematiche di autorizzazione per" e quindi il sottomenu "Organizzazioni di Volontariato").

Documenti richiesti da scansionare e trasmettere tramite la piattaforma:
1. Atto Costitutivo  e Statuto;
2. Verbale di Assemblea di nomina del legale rappresentante;
3. Relazione sull'attività e sull'articolazione della organizzazione;
4. Copia del Bilancio consuntivo accompagnato dal verbale di approvazione da parte dell'Assemblea;
5. Elenco nominativo dei soggetti che ricoprono le cariche associative, degli aderenti volontari e del personale dipendente o comunque in rapporti economici o patrimoniali con  l'associazione (indicare per ciascun nominativo, oltre alle generalità, la qualificazione professionale, e l'attività svolta nell'ambito dell'organizzazione);
6. Dichiarazione dalla quale risulti la marginalità delle attività commerciali e produttive eventualmente svolte;
7. Copia quietanza polizza assicurativa contro infortuni e malattie connesse allo svolgimento delle attività di volontariato nonchè contro responsabilità civile verso terzi.
8. Copia Carta Identità Legale Rappresentante.

La legge regionale n. 11/1994 all’art. 2 stabilisce che per iscrivere un’associazione al Registro occorre che l’organizzazione sia caratterizzata, per espressa ed attuata disposizione dell’atto costitutivo o dello statuto, formalizzati almeno con scrittura privata registrata, da:

- assenza di fini di lucro nonché di remunerazione degli associati sotto qualsiasi forma;
- elettività e gratuità delle cariche associative;
- gratuità delle prestazioni personali e spontanee fornite dagli aderenti;
- obbligatorietà del bilancio;
- democraticità della struttura.

L’atto costitutivo o lo statuto devono prevedere i criteri di ammissione ed esclusione degli aderenti e l’indicazione dei loro obblighi e diritti.
In relazione alla peculiarità dell’organizzazione è consentita l’integrazione dell’organo esecutivo con un solo componente di nomina esterna all’assemblea dei soci.



Legge n. 11/1994 della Regione Puglia

scarica il Manuale

Link sito internet Regine Puglia: 
http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/Registri


Stampa   Email